Archivio tag: musica

Terzo appuntamento con le audizioni di X Factor

Bentrovati a questa terza ed ultima puntata dedicata alle audizioni di X Factor. Prima di tutto volevo scusarmi se arrivo in ritardo, ma per motivi medici lo scorso week end stavo vagando per casa ad una velocità pari a quello di una tartaruga lamentandomi di tutto. Una bella persona, insomma.
Ma torniamo a noi. Ultima sera di audizioni prima dei Boot Camp, detti anche “gioco della sedia” per chi frequentava da bambino l’oratorio come me.

Ci sono stati dei fenomeni in questa puntata. Tanti fenomeni. Sia nel bene che nel male. Continua a leggere

Disagio a Tremila: la classifica di Agosto 2015

classifica gossipAmici disadattati, interrompete il selfie che state scattando davanti ad un poster delle Maldive nell’interno del vostro seminterrato, e prestate attenzione. Prendete una bibita ghiacciata, un pasticcone di polase, e godetevi la classifica più amata dalle pettegole  di quartiere.

7 | BARBARA D’URSOBarbara D'Urso

Maria Carmela D’Urso, Barbara sui teleschermi e @carmelitadurso su twitter, sta per tornare. La conduttrice di “Pomeriggio 5”, stella polare di ogni casalinga armata di sabot e ferro da stiro, si confida con il Corriere, e tra sciocchezzuole varie (progetti futuri, Fedez, vacanze) ci racconta una sconcertante anomalia del suo sistema  endocrino: «Questione di adrenalina. Un medico mi ha spiegato che ne produco molta di più di un umano: a me succede solo lavorando». Cosa stai cercando di dirci Carmelita? Sei forse una rettiliana? Sei nata sotto una pianta di coca? O, più banalmente, spari immani cazzate? Nel dubbio ti diamo la settima posizione. Continua a leggere

Disagio a tremila: la classifica di Luglio 2015

classifica gossip

Benvenuti al nostro primo appuntamento ufficiale con la rubrica “Disagio a tremila”. Come vi abbiamo già spiegato lunedì scorso nel post introduttivo, vi daremo in pasto i sette personaggi dello spettacolo che nell’ultimo mese hanno fatto impennare i contatori Geiger dell’imbarazzo. Simpatici, antipatici, famosi, meteore: non importano le buone intenzioni o il grado di popolarità, sono tutti in corsa per contendersi un ambito premio. Quello del disadattato del mese.

Abbiamo fatto di tutto per mettervi a vostro agio:

  • Una grafica pacchiana per ricordarvi i lunghi tempi di attesa dalla parrucchiera del quartiere
  • Una selezione di qualità che solleticherà anche i palati più difficili
  • Splendidi gadget in omaggio, come le infradito biologiche in tōfu o il braccialetto dell’amicizia autografato da Sabrina Misseri *
* solo nelle peggiori edicole

Siete pronti? Mettetevi comodi e gustatevi  la classifica più disadattata della rete.

7 | ENRICO RUGGERIenrico ruggeri

“Le stelle sono tante, milioni di milioni…” canta Ruggeri in un jingle pubblicitario che ha acceso la polemica in rete riguardo la scelta del cantautore di prestare la voce ad uno spot di salumi. Insomma, alcuni fan non ci stanno, ma il buon Enrico ci tiene a replicare e a dire la sua: parlando di colleghi che hanno compiuto scelte analoghe, di mecenatismo, di denaro come fonte di indipendenza creativa e di “una bella business class per arrivare più in forma al concerto“. Parole sacrosante, ma il tono vagamente polemico e livoroso le dequalifica a sfogo di chi il salame non l’ha digerito proprio bene. Coincidenza vuole che il jingle in questione rievochi prepotentemente parte del background artistico del cantante, fatto di alieni, apocalissi maya e… Daniele Bossari. Anche questo, carissimo Enrico, ha aiutato a tenerti alto in graduatoria e a guadagnarti questa settima posizione. Senza mistero alcuno. Continua a leggere

Colapesce – Anche oggi si dorme domani

banner-culturadisadattata

Capita anche a noi disadattati di avere momenti in cui l’ironia si trasforma in amarezza. Fortunatamente, però, è solo una delle emozioni che proviamo quando ascoltiamo questo brano di Colapesce, una di quelle canzoni che potrebbe rappresentare tranquillamente un’intera generazione.

Ma chi è Colapesce? All’anagrafe Lorenzo Urciullo, è uno dei cantautori più interessanti del panorama musicale italiano. Due dischi all’attivo, una Targa Tenco 2012 come migliore opera prima proprio con il suo disco d’esordio e alcune collaborazioni interessanti, tra cui Roy Paci e il duetto con Meg.

Tratto da “Un meraviglioso declino” – album d’esordio del cantautore siciliano – il pezzo è un manifesto amaro di una generazione di trentenni dove la parola ‘vuoto’ ricorre spesso. Vuoto di speranza, vuoto di prospettiva, vuoto di ideali.

Un fotogramma del videoclip

Continua a leggere