Listening Is Coming, una parodia di Game of Thrones per SQcuola di Blog

vignettasdbIl momento è infine giunto. Il tempo dei passaggi di consegne tra Classe VI e Classe VII di SQcuola di Blog è definitivamente arrivato. Con lievissima e sobria riluttanza – come dimostra l’immagine di cui sopra – cedo il mio banco virtuale al/alla novell* sQcolar*.

Sono mesi che penso a questo momento, al magone che avrei provato in questa giornata. Ed è stato proprio una sera di diversi mesi fa che Daniele e io abbiamo avuto un’idea che, in qualche modo, mi ha aiutato a superare quella malinconia da separazione, se così vogliamo chiamarla.

MA TI IMMAGINI IL TRONO DI SPADE AMBIENTATO NELLA SQCUOLA?

Una domanda buttata lì, mentre aleggiava ancora nell’aria una battuta tratta da quella che consideriamo una migliori serie tv degli ultimi anni. Già, come sarebbe Trono di Spade se i personaggi fossero stati i nostri insegnanti e colleghi?

Così, un po’ per gioco un po’ seriamente, abbiamo iniziato a fare qualche abbinamento. Tra i primi che ci sono venuti in mente, non poteva mancare l’allora nostro preside, oggi Emerito, Geom Alfieri. “Il Geom è un abile stratega, una mente fervida… lui è decisamente Petyr Baelish! E Chiara la vedrei bene nel ruolo di Sansa Stark… apparentemente angelica, innocente, nasconde un lato oscuro che emergerà solo successivamente. Sì, ci sta bene. Beh poi, manco a dirlo, Paola è Cersei Lannister, ma questo l’avevamo già detto. E Sara? Sara è una forza della natura, segno del toro, piglio del comando… direi la Madre dei Draghi”.

Siamo andati avanti così una serata intera. Poi la cosa si è un po’ arenata lì, ma gli appunti li avevo presi, pronta a ritirarli fuori nel caso in cui quell’idea avessimo deciso di svilupparla. E così è stato. Qualche tempo dopo la storia di Game of Thrones è tornata. “Ma perché non farci qualcosa per i nuovi arrivati, da presentare proprio il giorno del loro primo webinar?”.

All’inizio si pensava di fare qualcosa di poco impegnativo, magari dei semplici fotomontaggi, ma poi più ne parlavamo più l’idea del video veniva fuori prepotente. Quando poi abbiamo chiesto il consenso a SQcuola alle persone che avevamo scelto di “parodiare”, siamo rimasti sorpresi non solo dal consenso ma anche dai volontari che desideravano partecipare. Le cose a quel punto si sono complicate a livello di sceneggiatura, bisognava fare qualcosa di più complesso, cercare di assegnare personaggi adatti a tutti o quantomeno che non stonassero. Pare facile.

Decido di mettermi all’opera. Parto dalle casate principali. Sono 9. Riesco a trovare per sette di esse i personaggi corrispondenti, per un paio mi prendo la licenza di metterci dei personaggi che, pur non appartenendo a quelle specifiche casate, andassero comunque a riempire il vuoto narrativo. Licenza poetica, possiamo chiamarla così? È il caso delle Isole di Ferro e del Delta delle Acque, per i fans di GoT non sarà difficile capire.

La cosa più divertente è stata scoprire quanto fosse relativamente semplice modificare nomi e motti di quelle nobili casate con i termini del Social Media Marketing. Sembrava calzare tutto a pennello. Bene, i nomi ci sono, con i personaggi siamo a buon punto, cosa manca? Un filo conduttore, una storia.

Sì, ma che storia mi invento? Deve essere un benvenuto in pieno stile sqcolastico verso i nuovi arrivati e, al tempo stesso, deve rifarsi a GoT e a chi la SQcuola l’ha già vissuta o continua a viverla. Pensa e ripensa, l’idea arriva e arriva anche il titolo: Listening is coming.

Come in Games of Thrones, la paura è appesa a un evento che prima o poi giungerà e avrà effetti devastanti. Nel mentre, abbiamo ingannato l’attesa con un altro piccolo video di benvenuto per Classe VII.

In questi mesi ci siamo divertiti a veder crescere questo progetto, a cambiare i nomi e i motti e sorridere anche di fronte a quello di Google “don’t be evil”, trasformato in “don’t be sadist”, in pieno stile sQcolastico. Del resto, lo diciamo da sempre che si tratta di una SQcuola di Sadismo. Impressionante è stata la facilità con cui il discorso dei Guardiani della Notte potesse essere modificato pensando al famigerato listening. Un elogio particolare poi va al nostro musico di fiducia, l’ingegner Dentoni, che si è divertito a scimmiottare la sigla di GoT per i titoli finali.

Al tutto abbiamo aggiunto dei dettagli che richiamassero alcuni sQcolari e insegnanti: la spada laser di Guerre Stellari in onore di un grande appassionato come Benedetto Motisi, il firewal a cui si aggiunge il nome LEN, il motto #DioLaFatica di Silvia Lanfranchi che ha accompagnato le giornate di Classe VI per mesi, the blogger with the hat di Davide Morante, l’aureola sopra Santa Chiara Zantelli, l’omaggio all’Emerito ‘arrotino del web’, il social margarita di Valeria Moschet.

E oggi eccoci qui, a lanciare il video che vuole essere un messaggio scherzoso per i nuovi arrivati ma anche un omaggio a quella che è stata per Daniele e per me più di una SQcuola. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno permesso di fare questo video, primi tra tutti i nostri amici cazzari Emanuele, Irene e Luca, e poi tutto il team sQcolastico. A nuovi arrivati facciamo un grosso in bocca al lupo e auguriamo davvero di vivere questa esperienza al massimo perché sarà sicuramente qualcosa che non dimenticherete.

p.s.: per tutti coloro che non conoscono la serie tv Game of Thrones ma vorrebbero capire meglio il video, abbiamo creato una mini guida che potete consultare qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *