Grazie… Italia

cartolina-italia

cartolina-destinatario-italia

Carissima Italia,
è difficile scrivere questa cartolina perché è difficile dire quello che proviamo per te. Amore, senza dubbio, perché nascere in un luogo impregnato di bellezza, di storia, arte, cultura, gusto, conoscenza, non può lasciare indifferenti. D’istinto, è subito innamoramento. Si resta ammaliati da tanta grandezza.
Ma proprio come in una grande storia d’amore, di quelle passionali, viscerali, c’è il rovescio della medaglia. Perché il bello che fa parte di te, te lo sei ripresa con gli interessi. E l’amore, in un attimo, si trasforma in astio.
Che ne hai fatto dei nostri sogni? Dove sono finite le speranze? Che ne è stato del tuo splendore? Dirai che non dipende da te, ma da chi ti abita e non hai tutti i torti.
Questa è una cartolina amara, scritta da chi vorrebbe vederti risplendere di meraviglia e invece assiste impotente al tuo declino, nonostante gli sforzi per cercare di salvare il salvabile dalla nave colabrodo che rappresenti, dove ognuno rema per i fatti suoi, a caso, come gli pare.
Cara Italia, separarsi da te è difficile anche quando ci sarebbero tutti i motivi per farlo. La tua bellezza strega, ma volerti bene richiede notevoli sacrifici. Vederti sguazzare da così tanto tempo nel degrado culturale e sociale fa male al cuore, lo stesso che continua ad amarti. Nonostante tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *