Archivio della categoria: personaggi disadattati

Mano della Famiglia Addams

personaggi-disadattati-mano

Servizievole, leale, sempre presente e pronta ad aiutare e soddisfare ogni richiesta, Mano degli Addams rappresenta una colonna portante per la famiglia più lugubre della storia.

Mano compone numeri di telefono, Mano apre le tende, Mano aiuta in cucina, Mano gioca a scacchi o a braccio di ferro con Gomez per fargli compagnia… insomma, Mano è tuttofare e riceve gli ordini da chiunque.

Il massimo dell’evoluzione che ha subito nel tempo è stata quella di passare dalle scatole nelle quali era rinchiusa, alla libertà di movimento in giro per casa e non solo. Qualcuno potrebbe dire “beh, almeno si muove di più”. La verità è che, con questo cambiamento, ha solo visto aumentare le sue mansioni. Continua a leggere

Bender di Futurama

personaggi-disadattati-bender

Nel mese dedicato al vino, abbiamo deciso di rispolverare un personaggio che con l’alcool non si è mai fatto troppi problemi. Stiamo parlando del robot più celebre della serie Futurama, Bender.

Oltre al cicchetto facile, Bender possiede un mix esplosivo di vizi e disagi. Menefreghista, pigro, vigliacco, cleptomane, rancoroso e appassionato di pornografia… non gli manca niente insomma.

Nonostante tutti i suoi difetti, è indubbiamente il personaggio più amato di Futurama, quello che potremmo definire come una “simpatica canaglia“. Continua a leggere

Professor Mortillaro La scuola

personaggi-disadattati-mortillaro

Quanti personaggi ci ha lasciato la scuola? Quanti tra compagni, professori e personale scolastico, hanno animato le nostre tristi giornate passate rinchiusi dentro un’aula. Tra tutti, ne vogliamo ricordare uno: il professore di francese del film “La scuola” di Daniele Luchetti, il professor Mortillaro.

Cinico, disilluso e decisamente deluso dalla sua carriera scolastica, Mortillaro è un personaggio che non le manda certo a dire. Non c’è lezione, consiglio di classe o riunione in sala professori che non lo veda protagonista di un’uscita memorabile, dove la schiettezza feroce emerge senza freni.

Per Mortillaro il mondo si divide in due categorie: chi è nato per studiare e chi per zappare. E non c’è verso di farlo addolcire in alcun modo. Se c’è da bocciare qualcuno, lui problemi non se ne fa. Ne va anche della sua salute mentale. Agli occhi di tutti appare cattivo, mentre è solo estremamente sincero e onesto con se stesso. Continua a leggere

Mauro Repetto 883

personaggi-disadattati-repetto

Nel mese dedicato alle stelle, abbiamo scelto di parlare di una meteora. Per tutti quelli che hanno avuto la disgrazia di essere adolescenti negli anni 90, Mauro Repetto è stato uno dei primi interrogativi esistenziali.

Chi in quegli anni vedeva l’acne impossessarsi del proprio viso e il disagio cementificarsi nel proprio animo, aveva come ulteriore croce da portare addosso la colonna sonora degli 883, band che dalla nebbia pavese riscosse un successo pazzesco in tutta Italia, iniziato con il singolo “Hanno ucciso l’Uomo Ragno“.

Musica orecchiabile, ritornelli che ti si piazzavano in testa prepotentemente, cantante che dava l’idea del bravo ragazzo, il tutto confezionato e messo in vendita da Claudio Cecchetto, a cui si devono anche altri fenomeni di un certo rilievo, oltre alla hit di spessore “Gioca jouer“. Continua a leggere

Gianni Livore del Pippo Chennedy Show

personaggi-disadattati-livore

Gianni Livore è un uomo parecchio stressato. Un po’ come noi quando fa troppo caldo come in questi giorni. Ma Livore – il cui cognome è tutto un programma – non è schizzato a causa delle temperature infernali o per il fatto che non va in vacanza, come chi vi scrive.

Gianni Livore è stressato per via della vita che conduce e per la mania, da parte di sua moglie, di friggere qualsiasi cosa. Sempre. Utilizzando lo stesso olio da anni. Tramandato di madre in figlia.

Il poveraccio prende qualsiasi tipo di pasticca per calmarsi, ha la gastrite perenne a causa della cucina di sua moglie e dell’olio nero, “radioattivo” con cui prepara le pietanze. Continua a leggere