Anche i disadattati vanno in vacanza. Se, vabbè.

buone vacanze disadattate

Amici del disagio condiviso, anche per noi è giunto il momento di un breve stop. Qualcuno la chiamerebbe vacanza, i più fortunati ‘ferie’, per quanto ci riguarda la definizione più adatta è “riposo forzato del cervello per scongiurare un TSO“.

Dopo mesi di stress in tutti i luoghi e in tutti i laghi, dopo esser sopravvissuti miracolosamente a quasi due mesi di costante ondata di caldo, il nostro database cerebrale ha dichiarato che o ci fermiamo o iniziamo a mescolare cose a caso, senza senso compiuto, fondendo nel giro di niente.

In quelle condizioni rischiamo di passare da un discorso all’altro, senza riuscire a fornire valide argomentazioni, potremmo iniziare a urlare slogan di impatto becero pur di far parlare di noi, terminando con una battuta degna del peggior cabarettista in pensione. Insomma, onde evitare di fare la fine di un Salvini qualunque, ci prendiamo questa settimana di pausa.

Per vostra e nostra sfortuna, già dalla prossima settimana saremmo nuovamente online qui sul blog. Da settembre in poi ci saranno delle novità su cui siamo all’opera già da tempo e che non vediamo l’ora di presentarvi. Ma per farlo, dobbiamo cercare di arrivarci vivi a settembre.

Non ci resta che salutarvi, augurandovi una buona settimana, un divertente Ferragosto e la pace nel mondo. Per noi, Miss Italia, continua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *